Chat with us, powered by LiveChat

Raymond Ragnaud 1994

Cognac - Grande Champagne - Premier Cru de Cognac - Vintage ▾ - Raymond Ragnaud

La vendemmia 1994 è stata composta esclusivamente da Cognac Grande Champagne.

111,16 $
Bottiglia da 0,70 l con custodia
In magazzino

Consegna gratuita da 300€ in Europa e da 1000 €/$ in USA

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Raymond Ragnaud

Raymond Ragnaud

Negli anni Sessanta dell'Ottocento la famiglia Ragnaud possedeva un piccolo vigneto nella Grande Champagne di Cognac, un cru non ancora classificato Premier Cru ma riconosciuto da tutti i professionisti dell'epoca come il miglior Cru della regione di Cognac e che in seguito sarebbe stato classificato Premier Cru per le sue eccezionali qualità.

Il vigneto, allora come oggi, era piantato con Folle Blanche e Ugni-Blanc, un vitigno resistente alla fillossera, una malattia mortale che all'epoca affliggeva l'intero vigneto di Cognac.

È nel 1920 che Paul Ragnaud si stabilisce allo Château di Ambleville, seguito nel 1941 dal figlio Raymond, che decide di creare il marchio Raymond Ragnaud imbottigliando le acquaviti del suo patrimonio con il suo nome.

Nel 1963, la moglie, poi aiutata dai due figli, Françoise e Jean-Marie, incrementa il vigneto con acquisti successivi fino a 47 ettari distribuiti su 3 proprietà: Ambleville, Criteuil la Madeleine e Lignères-Sonneville, sulle famose colline calcaree della Grande Champagne.

Negli ultimi 30 anni, Françoise Ragnaud-Bricq è rimasta fedele alle sue radici ancestrali, gestendo i suoi tre vigneti e perpetuando le tradizioni di know-how di una famiglia stabilitasi ad Ambleville da oltre 150 anni nei vigneti della Grande Champagne Premier Cru.

Descrizione Raymond Ragnaud 1994

È un cognac della Grande Champagne le cui uve sono state raccolte e distillate esclusivamente nel 1994, un anno notevole per le sue qualità climatiche: sole e pioggia in perfetta alternanza. È un mono cru.
È un cognac che è stato invecchiato in botti di rovere francese da quella data e le sue qualità sono migliorate anno dopo anno.
Sia il naso che il palato esprimono bei sapori e aromi che vanno dai fiori di primavera al tabacco biondo della Virginia, alle spezie di pepe nero e grigio con un lungo finale di caffè.
Caricamento ...