Chat with us, powered by LiveChat

Le crescite classificate di Provence

I più grandi Rosé del mondo sono gli Rosé di Provence. Vivacità, finezza, struttura e chiarezza aromatica sono le credenziali che hanno forgiato la loro reputazione.

Vedi altro ...
Prezzo
Marca
Appellation
Classifica
Vintage
Imballaggio
Macallan M Decanter Black 2022 release

Macallan M Decanter Black 2022 release

Louis XV Brut Millésime 2012

Louis XV Brut Millésime 2012

Un'annata 2022 "notevole, grandiosa, senza precedenti".

Rémy Martin 1738 Accord Royal

Rémy Martin 1738 Accord Royal

Tra il Mediterraneo e le Alpi si trova una terza meraviglia, questa volta di natura viticola, nata dal frutto del lavoro dell'uomo sulla natura: il vigneto di Provence. Fondato nel VI secolo a.C. dai Focesi, lo Provence è il primo vigneto della storia della Francia.

Sotto il sole radioso del Sud della Francia, fioriscono sontuosi paesaggi di vigneti, distribuiti tra Nizza, Marsiglia e Saint-Rémy-de-Provence. Un vigneto dalle caratteristiche climatiche e geologiche eccezionali, che permette a molte varietà di uve rosse e bianche di prosperare, ognuna delle quali contribuisce alla produzione di grandi vini e in particolare di grandi vini Rosé.

Chi non ha mai ceduto al fascino di questi vini delicati, dall'incomparabile freschezza e fruttuosità?

È ormai un dato di fatto innegabile: i più grandi Rosé del mondo sono gli Rosé di Provence. Vivacità, finezza, struttura e chiarezza aromatica sono le credenziali che hanno forgiato la loro reputazione.

Scoprite i Crus Classés di Provence, che riflettono il meglio che questa regione emblematica ha da offrire.

I vigneti dello Provence occupano una superficie di quasi 29.000 ettari di vigneto con una Appellation d'Origine Contrôlée per una produzione annua di 1.500.000 ettolitri di vino, suddivisi tra l'88% di Rosé, il 9% di vini rossi e il 3% di vini bianchi.

Si tratta di un vigneto molto esteso che, di conseguenza, sperimenta importanti sfumature climatiche, sia marittime che continentali, sotto l'influenza di un'abbondante insolazione. Inoltre, lo Provence è caratterizzato da una grande diversità di rilievi che, unita a questo tipo di clima, permette la fioritura di un gran numero di varietà di uve. Grenache, Cinsaut, Carignan, Mourvèdre e Syrah, oltre a varietà autoctone come il Tibouren, sono favorite per la produzione dei grandi Rosé.

La maggior parte della produzione è concentrata in tre denominazioni: Côtes-de-Provence, Côteaux-d'Aix-en-Provence e Côteaux-Varois.

L'AOC Côtes-de-Provence è tuttavia l'unica con Crus Classés, 18 in totale, ed è composta da cinque grandi aree naturali: la Montagne Sainte-Victoire, il bacino di Beausset, le colline calcaree dell'altopiano, la valle interna e il confine marittimo. È particolarmente nota per i suoi vini Rosé, che rappresentano quasi il 92% della produzione.

Qual è la storia della Côtes-de-Provence?

Dalla sua fondazione nell'antichità, nel VI secolo a.C., da parte dei Focesi intorno alla città di Marsiglia, la vite si è sviluppata e ha prosperato armoniosamente sotto l'influenza dei grandi ordini monastici. Il vigneto continuò a crescere in dimensioni e reputazione, al punto che René I d'Anjou, re di Napoli (1435-1442) e di Sicilia (1434-1480) lo impose alla sua corte, e questi vini divennero molto apprezzati anche alla corte inglese.

Nel XVII e XVIII secolo, "i deliziosi vini di Provence" divennero molto popolari presso la Corte francese. Poi, nel XIX secolo, il vigneto, noto all'epoca come Côtes-de-Provence, fu colpito dalla fillossera, che lo devastò letteralmente. Poi, nel XX secolo, il vigneto fu ricostituito dopo le due guerre mondiali, con un'unica parola d'ordine in tutte le denominazioni: qualità.

Gli sforzi di alcuni pionieri nel campo della qualità hanno permesso alla Côtes-de-Provence di ottenere la denominazione V.D.Q.S (vino di qualità superiore) nel 1951. La zona geografica comprendeva allora 42 comuni. Il decreto del 24 ottobre 1977 ha portato il numero dei comuni a 84 e ha classificato la Côtes-de-Provence come Appellation d'Origine Contrôlée.

Quali sono i Crus Classes dello Provence?

Solo nel 1955 un decreto ministeriale ha concesso la denominazione di "Cru Classé" a 23 Domaine della Côtes-de-Provence, selezionati da una commissione di esperti tra i 300 esistenti. Per ottenere questo titolo, è stato condotto uno studio basato sul loro terroir, sul loro know-how e sulla loro reputazione.

Cinque di loro sono scomparsi, lasciandone solo 18 a portare questo nome prestigioso: Château Minuty, Château Sainte Roseline, Domaine de la Source Sainte- Marguerite, Domaine de la Clapière, Domaine de l'Aumérade, Clos Cibonne, Domaine de Rimaurescq, Domaine de Castel Roubine Château du Galoupet, Château de Saint-Martin, Château de Saint-Maur, Clos Mireille, Château de Selle, Château de Brégançon, Domaine de Mauvanne, Domaine de La Croix e Domaine du Noyer.

I vitigni coltivati per i loro grandi vini Rosé sono Grenache, Syrah, Carignan, Mourvèdre, Tibouren, Cinsaut e Cabernet Sauvignon. Questi Rosé hanno un colore piuttosto chiaro, con piacevoli e sottili note di frutta rossa e agrumi mescolate a sentori di fiori e spezie.

Caricamento ...