Chat with us, powered by LiveChat
FiD's+14%

Château d'Issan 2008

Bordeaux - Margaux - 3ème Grand Cru Classé - Château d'Issan

3° Grand Cru Classé nel 1855.

81,90 $
Bottiglia da 0,75 l
In magazzino
Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 62%
Merlot 38%
Château d'Issan

Château d'Issan

Lo Château d'Issan è una magnifica tenuta con fossato situata nel cuore del vigneto di Margaux, nel Médoc. Questo vino fu servito in particolare nel 1152 al matrimonio di Eleonora d'Aquitania con Enrico Plantageneto d'Inghilterra, e fu molto apprezzato diversi secoli dopo dal Principe di Galles negli anni '20 del XVII secolo, nonché dall'Imperatore Francesco Giuseppe d'Austria.

Questa reputazione gli è valsa il seguente motto sull'etichetta: Regum Mensis Aris que Deorum, "Per la tavola dei re e l'altare degli dei". 

Lo Château d'Issan è stato nominato Terzo Grand Cru Classé nella famosa classificazione dei vini del Médoc del 1855.

Oggi di proprietà paritaria delle famiglie Cruse e Lorenzetti, il vigneto è piantato su un sontuoso terroir di ghiaia profonda, con il 65% di Cabernet Sauvignon, il 30% di Merlot, il 2% di Cabernet Franc, il 2% di Petit Verdot e l'1% di Malbec. I vini vengono affinati per 16-18 mesi in botti di rovere francese, di cui il 50% nuove.

La tenuta produce un secondo vino, Blason d'Issan, e un terzo vino, Haut-Médoc d'Issan en appellation Haut-Médoc.

Lo Château d'Issan è rinomato per il suo stile fiammeggiante e aristocratico, dove i vini sono complessi e squisiti.

Note di critica professionale Château d'Issan 2008.

Wine Enthusiast
93/100
Jancis Robinson
16.5/20
Vinum Wine Magazine
17/20
Wine Cellar Insider - J. Leve
92/100

Descrizione Château d'Issan 2008

Il vino si presenta con un colore rosso rubino frizzante con leggeri riflessi aranciati. Il primo naso è molto elegante e fine. Si intrecciano sentori fruttati di marasca, lampone e prugna. Discreti sentori di vaniglia, dovuti all'invecchiamento, compaiono sullo sfondo aromatico. Al palato, il vino è molto arioso. L'attacco delicato e setoso si evolve con tannini stretti ma ben rivestiti. L'equilibrio aromatico è tra la frutta golosa e il rovere leggero, che continua a trasportarci attraverso il finale per lunghi secondi.

Caricamento ...