Chat with us, powered by LiveChat
FiD's+5%

Petrus 2016

Bordeaux - Pomerol - Petrus

Grande vino di Pomerol

5.616,83 $
Bottiglia da 0,75 l
Non disponibile
Avvisami quando disponibile
Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Merlot 100%
Petrus

Petrus

Petrus, un mito tra i miti, né più né meno. Il cru più famoso di Bordeaux, nato da un terroir eccezionale unito a un savoir-faire unico e gelosamente custodito. Nel XIX secolo, il Domaine fu fondato dalla famiglia Arnaud, che gli diede il nome del primo dei Papi.

Nel 1925, Edmonde Loubat acquistò quote del Domaine, intuendone il grande potenziale. Per 20 anni promosse i vini e nel 1945 unì le forze con Jean-Pierre Moueix, originario della Corrèze e a capo della sua casa commerciale a Libourne.

Insieme, svilupparono senza sosta la reputazione di Petrus, condividendo la ferma convinzione che sarebbe diventato l'equivalente dei grandi Châteaux della Rive gauche. Il vino divenne particolarmente popolare negli Stati Uniti, dove Kennedy divenne il suo primo ambasciatore. Alla morte di Edmonde Loubat nel 1961, Jean-Pierre Moueix divenne l'unico proprietario e chiamò l'enologo Jean-Claude Berrouet a occuparsi della vinificazione. Nei decenni successivi, Petrus è salito in cima alla gerarchia dei grandi vini di Bordeaux. 

Oggi, i figli e i nipoti di Jean-Pierre Moueix, Jean-François e Jean, sono al timone del Domaine, accompagnati da Olivier Berrouet che ha sostituito il padre in cantina e continua a dare vita allo stile Petrus.

Oggi Petrus regna su un vigneto di 11,5 ettari, piantato su una collinetta alta 40... Vedi altro...

Note di critica professionale Petrus 2016.

Wine Advocate - Robert Parker
100/100
James Suckling
100/100
Wine Spectator
96/100
Jancis Robinson
19/20
Vinous - A. Galloni
99/100
Jean-Marc Quarin
98/100

Descrizione Petrus 2016

L'annata 2016 a Bordeaux è stata magnifica dal punto di vista viticolo. Le condizioni climatiche e il ciclo della vite sono stati sorprendenti. Il tempo di giugno è stato molto favorevole a una fioritura omogenea e quindi a un buon inizio della crescita della vite. L'estate asciutta e soleggiata, le notti leggermente più fresche di agosto e infine la bella stagione tardiva di inizio settembre hanno favorito una buona maturazione delle uve per una vendemmia eccezionale.

Assemblaggio dell'annata 2016: 100% Merlot.

La veste è di un magnifico colore viola intenso, ornato da sottili sfumature granate.

Il naso è una vera coda di pavone, che offre una tavolozza di aromi di frutta nera, crème de cassis, tartufo e violetta, sublimati da cacao tostato e tè nero.

L'attacco in bocca è setoso, lasciando spazio a una trama vellutata che si evolve meticolosamente su molta freschezza e ampiezza. Offre sapori di frutti rossi e neri stufati e di spezie pepate, trasportati da tannini vibranti ed eleganti. Questi ultimi lo portano fino a un finale lungo e mozzafiato. Un Pomerol semplicemente diverso da tutti gli altri.

Abbinamento cibo-vino:

Il Pétrus 2016 deve essere gustato con cibi delicati per essere apprezzato appieno, come il capretto di manzo brasato con aligot di pastinaca e formaggio, i medaglioni di vitello ripieni, il filetto di maiale marinato alle cinque spezie o il rack di agnello da latte di Pauillac arrostito alle erbe con il suo jus aromatico.

Per l'abbinamento con il formaggio, scegliete formaggi pressati e non: cantal, mimolette vecchia, morbier, saint-nectaire e tomme de Savoie.

Per il dessert, gustatelo su una cupola di praline, una torta dell'opera o una mezza sfera con mousse di lamponi e guscio di due cioccolati.

Potenziale di conservazione e degustazione:

Il Pétrus 2016 è un nettare dal grande potenziale di invecchiamento, in grado di attendere in cantina fino al 2045 senza problemi per raggiungere il suo apice.

Tuttavia, può essere gustato anche adesso, se opportunamente preparato. A tal fine, bisogna avere cura di mettere la bottiglia la sera prima nel locale di servizio a temperatura ambiente e di aprirla. Altrimenti, aprire e travasare la bottiglia almeno 6-7 ore prima della degustazione.

Le bottiglie vanno conservate in cantina, al riparo dalla luce, coricate, a un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...