Chat with us, powered by LiveChat

Château Léoville Barton 2016

Bordeaux - Saint-Julien - 2ème Grand Cru Classé - Château Léoville Barton

2° Grand Cru Classé nel 1855

121,46 $
Bottiglia da 0,75 l
Non disponibile
Avvisami quando disponibile

Spedizione gratuita a partire da 1000€ IVA esclusa (USA e Europa) e ordine preparato entro 24 ore.

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 86%
Merlot 14%
Château Léoville Barton

Château Léoville Barton

Lo Château Léoville Barton è una delle referenze imperdibili della denominazione Saint-Julien. Fu nel 1725 che Thomas Barton, irlandese di nascita, si stabilì a Bordeaux e fondò la sua società di commercio di vini.

Nel 1826, poi, Hugh Barton, già proprietario dello Château Langoa Barton a Saint-Julien, acquistò parte del Domaine di Léoville, che ribattezzò Léoville Barton. Nella famosa classificazione del 1855, Château Léoville Barton ricevette il titolo di Second Grand Cru Classé. Oggi, la famiglia Barton è ancora al timone del Domaine, rendendolo la più antica famiglia ancora proprietaria di un Cru Classé di Bordeaux. 

Il vigneto di 50 ettari è piantato su terreni ghiaiosi-argillosi di fronte all'estuario della Gironda, con il 73% di Cabernet Sauvignon, il 23% di Merlot e il 4% di Cabernet Franc. I vini vengono affinati per 18 mesi in botti nuove al 60%. 

Il Domaine produce un Secondo vino, la Réserve de Léoville Barton.

Lo Château Léoville Barton si rivela un vino di grande finezza, complesso e seducente. Un nettare che merita di migliorare per qualche anno per rivelare un volto ancora più grandioso.

Note di critica professionale Château Léoville Barton 2016.

Robert Parker
95/100
Jancis Robinson
17.5/20

Descrizione Château Léoville Barton 2016

Questo 2° Grand Cru Classé Saint-Julien è nato in ottime condizioni climatiche favorendo aromi e sapori: piccoli frutti rossi come la ciliegia basca, il mirtillo, il ribes nero di Borgogna con un pizzico di liquirizia, la prugna di Ente in confettura, il tabacco Virginia con un elegante finale di vaniglia, sottobosco e legno.

Il palato è setoso, pieno di bacche rosse e i tannini sono stretti con un magnifico potenziale di invecchiamento.

La bottiglia verrà adagiata in un luogo buio e tranquillo per diversi decenni con un grado igrometrico ottimale del 70%, avendo cura di effettuare degustazioni successive per ottimizzare il suo asintoto qualitativo e una data di pienezza.

Da travasare il giorno prima per dargli il tempo di esprimersi pienamente.

Caricamento ...