Chat with us, powered by LiveChat

Château Margaux 2013

Bordeaux - Margaux - 1er Grand Cru Classé - Château Margaux

1° Grand Cru Classé nel 1855

579,75 $
Bottiglia da 0,75 l
Non disponibile
Avvisami quando disponibile

Spedizione gratuita a partire da 1000€ IVA esclusa (USA e Europa) e ordine preparato entro 24 ore.

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 94%
Cabernet Franc 5%
Petit Verdot 1%
Château Margaux

Château Margaux

Lo Château Margaux è un nome inconfondibile della viticoltura bordolese, il cui prestigio e la cui reputazione hanno da tempo superato i confini. Conosciuto come "La Mothe de Margaux" già nel XII secolo, l'alta qualità dei suoi vini fu riconosciuta all'inizio del XV secolo grazie al lavoro di vinificazione del régisseur Berlon, che separò le uve rosse da quelle bianche e riuscì a distinguere le parcelle migliori.

Nel 1784, questo vino sedusse Thomas Jefferson, futuro presidente degli Stati Uniti e all'epoca ambasciatore francese. All'inizio del XIX secolo, lo Château fu distrutto dall'allora proprietario, il marchese de la Colonilla Bertrand Douat, che lo ricostruì come lo conosciamo oggi, con il suo peristilio ionico, la scala monumentale e la facciata classica.

La consacrazione di Château Margaux avviene quando raggiunge il rango di Ier Grand Cru Classé nel 1855, un'onorificenza che condivide con altri 4 grandi nomi di Bordeaux: Château Lafite Rothschild, Château Haut-Brion, Château Latour e Château Mouton Rothschild a partire dall'unica revisione della classificazione nel 1973. La denominazione Margaux è stata creata solo nel 1954, ispirata dall'eccellenza ineccepibile dell'omonimo Château.

Proprietario dal 1977 della famiglia greca Mentzelopoulos, Château Margaux supervisiona oggi un vigneto di 82 ettari, di cui 70 dedicati alla produzione di vini rossi. L'età media delle viti è di 35 anni, con il 75% di Cabernet Sauvignon, il 20% di Merlot, il 3% di Petit Verdot e il 2% di Cabernet... Vedi altro...

Note di critica professionale Château Margaux 2013.

Robert Parker
93/100
James Suckling
94/100
Vinous - A. Galloni
94/100
Jean-Marc Quarin
94/100

Descrizione Château Margaux 2013

L'annata 2013 è stata un'annata impegnativa per i vigneti di Bordeaux. La primavera è stata piuttosto fresca, con conseguente ritardo nella fioritura delle viti, ma fortunatamente la siccità estiva ha permesso alle uve di maturare a un buon ritmo. Il mese di settembre è stato relativamente secco e umido allo stesso tempo, quindi i team tecnici di Château Margaux si sono adattati per portare a termine la vendemmia nel modo più tranquillo possibile.

Assemblaggio dell'annata 2013: 94% Cabernet Sauvignon, 5% Cabernet Franc, 1% Petit Verdot.

La veste è di un colore rosso intenso, decorato da riflessi luminosi e discreti.

Al naso rivela molta finezza e una freschezza molto piacevole, con aromi di frutti neri maturi, spezie dolci e cardamomo, completati da un profumo floreale di rosa appassita.

L'attacco è morbido, il vino rivela una struttura piena con tannini finemente cesellati. Evolvendo su molto equilibrio e freschezza, è sostenuto da una bella acidità e rivela sapori molto persistenti di menta e pepe nero. Il finale è lungo, impetuoso e seducente.

Abbinamento cibo-vino:

Lo Château Margaux 2013 si abbina perfettamente al piccione arrosto con trombette, al vitello mignon tartufato cucinato con lo spago, al rack of lamb confit o al filetto di manzo in crosta di Madeira.

Per l'abbinamento con i formaggi, scegliere formaggi pressati e non cotti: cantal, mimolette vecchia, morbier, saint-nectaire e tomme de Savoie.

Per i dessert, si consiglia di abbinarlo a un tiramisù, a una bavarese al cioccolato o a degli amaretti pralinati.

Potenziale di conservazione e degustazione:

Lo Château Margaux 2013 può attendere in cantina altri cinque-dieci anni per raggiungere il suo apice tra il 2028 e il 2032.

Tuttavia, è perfettamente pronto per essere gustato ora. A tale scopo, la sera precedente è bene mettere la bottiglia a temperatura ambiente nella sala di servizio. Aprirla e travasarla almeno 4 o 5 ore prima della degustazione.

Le bottiglie saranno conservate in cantina al riparo dalla luce, coricate, a un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...