Chat with us, powered by LiveChat

Clos de Tart Grand Cru Monopole 2017

Bourgogne - Clos de Tart - Grand Cru - Clos de Tart

Un Grand Cru da un singolo appezzamento di 7,5 ettari a Monopole

556,60 $

Format et conditionnement

In magazzino
Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Pinot Noir 100%
Clos de Tart

Clos de Tart

Le monache bernardine dell'Abbazia di Tart, una dipendenza della celebre Abbazia di Citeaux, fondarono il Clos de Tart nel 1141.

Nel 1791, Clos de Tart divenne proprietà della famiglia Marey-Monge, uno dei cui membri più famosi fu Monge, fondatore dell'École Polytechnique di Parigi e matematico che accompagnò Napoleone in Egitto.  Poi fu venduto nel 1932 alla famiglia Mommessin, originaria del Mâconnais, che ne è tuttora l'unica proprietaria. Si tratta di un vigneto a parcella singola di 7,53 ettari situato sul finage di Morey-Saint-Denis, nella Côte de Nuits.

Dalla sua creazione, questo Clos non è mai stato parcellizzato ed è oggi, in Borgogna, il più grande Monopole classificato in Grand Cru.

Si tratta di un'unica parcella lunga 300 metri e larga 250 metri, esposta a est-sud-est, piantata a nord-sud perpendicolarmente alla linea del pendio per combattere meglio l'erosione. L'appezzamento è circondato da un muro di pietra di 1,2 km, da cui il nome Clos.

Il terreno è argillo-calcareo con una maggioranza di calcare, una condizione perenne che è la chiave dei grandi vigneti francesi. L'intero vigneto ha un'età media di 60 anni e alcune viti hanno più di 100 anni.

Vedi altro...

Note di critica professionale Clos de Tart Grand Cru Monopole 2017.

Wine Advocate - Robert Parker
95/100
Decanter
96/100
Antonio Galloni
98/100
Inside Burgundy - J. Morris
96/100

Descrizione Clos de Tart Grand Cru Monopole 2017

Questo è un vino rosso di Borgogna che proviene esclusivamente dal Clos de Tart, un vigneto singolo di 7,53 ettari sulla Cote des Nuits.

È un Grand Cru classificato della Borgogna le cui viti hanno almeno 25 anni e le cui viti più vecchie hanno più di 100 anni

Il suolo è principalmente argilloso e calcareo con entroques. Le viti sono raccolte a mano e il vino viene fatto maturare in botti di rovere nuove in una cantina climatizzata per 10 mesi, poi trasferito in cantine profonde per 8-14 mesi a seconda della qualità del vino prima dell'imbottigliamento. La produzione annuale è solo di circa 18.000 bottiglie.

Il colore è un rubino intenso.

Il naso è segnato da note floreali come la viola e la rosa con aromi di ciliegia, coulis di lamponi e liquirizia.

In bocca: molto complesso, frutti rossi intensi come l'amarena dei Paesi Baschi o la fragola selvatica con una lunghezza molto buona.

Va servito giovane, ma è meglio invecchiato perché avrà sviluppato la sua immensa complessità. Perfettamente adatto alle carni rosse, alla selvaggina e alla cacciagione da piuma e ai formaggi corposi.

Caricamento ...