Chat with us, powered by LiveChat
Brut de Fût

Grosperrin N°52/22 Brut de Fût

Cognac - Fins bois - XO - Grosperrin
585,09 $
Bottiglia da 0,70 l con custodia
In magazzino
Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Grosperrin

Grosperrin

Il Cognac Grosperrin è un nome che risuona di eccellenza e tradizione nel mondo del Cognac. Questa azienda a conduzione familiare, fondata da Jean Grosperrin, è rinomata per il suo impegno nell'artigianato e per l'eccezionale qualità dei suoi Cognac. Con una storia che risale a oltre due secoli fa, il Cognac Grosperrin è il frutto di una passione tramandata di generazione in generazione.

La storia della famiglia Grosperrin inizia all'inizio del XIX secolo, quando Jean Grosperrin, un commerciante di vini, iniziò a produrre e commerciare Cognac. Da allora, la famiglia ha sviluppato un'esperienza unica nella selezione di Cognac eccezionali dai migliori domini della regione.

Ciò che distingue il Cognac Grosperrin è la sua risoluta attenzione alla qualità e all'autenticità. A differenza delle grandi case di Cognac che producono miscele, Grosperrin si concentra sull'acquisto e sulla maturazione di Cognac provenienti da piccole distillerie artigianali. Questi Cognac sono invecchiati in botti di rovere nelle cantine tradizionali della regione di Cognac, dove il clima mite e oceanico gioca un ruolo essenziale nel processo di maturazione.

Il terroir della regione di Cognac è un elemento chiave nella qualità dei Cognac Grosperrin. I vigneti si trovano su terreni calcarei, che conferiscono alle uve una ricchezza minerale unica. Inoltre, il clima mite, mitigato dall'influenza dell'Oceano Atlantico, favorisce una maturazione lenta e costante delle uve, consentendo lo sviluppo... Vedi altro...

Descrizione Grosperrin N°52/22 Brut de Fût

Questo Cognac raro proviene dal comune di Brousse, vicino a Matha, da una piccola tenuta.

L'attuale produttore, nato nel 1952, possiede ancora Cognac distillati dal padre e dal nonno.

Solo nel 1950 la tenuta ha acquistato un alambicco tradizionale da 16 ettolitri (Maresté), che allora funzionava a legna (di giorno, per i brouillis), e a carbone (di notte, per i bonne-chauffes).

In precedenza, come nella maggior parte delle tenute dello Charentais, solo una piccola caldaia da 500 o 600 litri consentiva la distillazione del vino prodotto.

Questo Cognac è il frutto dell'assemblaggio di due lotti, effettuato su consiglio di una grande casa di Cognac, dal viticoltore stesso.

Il Cognac è stato imbottigliato nel corso del 2000.

Colore ambrato.

Naso dritto, pulito, di vecchio Fins Bois, con rancio delicato, ma ciò che colpisce è l'intensità delle note di frutta rossa, gemma di ribes nero, ribes rosso, ciliegia.

Il naso è di una qualità Rara, con una complessità che non si dimentica.

Al palato, l'attacco è diretto, quasi facile, senza sorprendere le note speziate (sandalo, cedro, pepe) che ci si aspetta da un Cognac di questa età.

La sorpresa arriva subito dopo, le prime note rassicuranti lasciano improvvisamente il posto ad aromi di ribes nero, cesellati e ammalianti, che esplodono all'improvviso, dando a questo Cognac una dimensione completamente nuova.

Il finale è lungo e complesso. Superbo.

Caricamento ...