Chat with us, powered by LiveChat

Château Pichon Baron 2018

Bordeaux - Pauillac - 2ème Grand Cru Classé - Château Pichon Baron

2° Grand Cru Classé nel 1855

172,83 $
Bottiglia da 0,75 l
In magazzino
Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 78%
Merlot 22%
Château Pichon Baron

Château Pichon Baron

Uno dei più bei Châteaux del Médoc, con le sue torrette slanciate che si riflettono in uno specchio d'acqua, producendo un grande vino a sua immagine. È questo il caso di Château Pichon Baron, ai margini della denominazione Pauillac.

Fu nel 1694 che il barone Jacques Pichon de Longueville, primo presidente del Parlamento di Bordeaux, diede il suo nome a questo vigneto di grande reputazione, acquisito grazie al matrimonio con l'ereditiera della famiglia De Rauzan. Prima di morire si preoccupò di separare lo Domaine in due parti: una sarebbe diventata Château Pichon Baron e sarebbe andata ai suoi due figli, mentre l'altra sarebbe diventata Château Pichon Longueville Comtesse, destinata alle sue tre figlie.

Lo Château Pichon Baron otterrà il rango di Second Grand Cru Classé nella classificazione del 1855 stabilita per l'Esposizione Universale di Parigi.

Si trova oggi su un sontuoso terroir di ghiaie quaternarie che si affaccia sull'estuario della Gironda. Con una superficie di 73 ettari, è piantato con il 65% di Cabernet Sauvignon, il 30% di Merlot, il 3% di Cabernet Franc e il 2% di Petit Verdot. I vini vengono affinati per 18 mesi in botti di rovere, di cui l'80% nuove.

L'azienda Domaine produce un vino Second dal 1983, il Tourelles de Longueville, e un altro dal 2012, il... Vedi altro...

Note di critica professionale Château Pichon Baron 2018.

Wine Advocate - Robert Parker
96/100
James Suckling
97/100
Wine Spectator
97/100
Jancis Robinson
17.5/20
Vinous - A. Galloni
97/100

Descrizione Château Pichon Baron 2018

Grande annata per il vigneto di Bordeaux, il 2018 ha mostrato una climatologia contrastante e singolare, che ha richiesto tutta la vigilanza e il know-how tecnico dei team di Château Pichon Baron. L'estate molto bella, calda e secca, ha permesso alle viti di esprimere tutto il loro potenziale per offrire un futuro raccolto molto buono. La stagione tardiva che ha chiuso l'annata ha presentato le condizioni ottimali per la buona fine della maturazione delle uve, favorendo una ricchezza delle bucce oltre a tannini molto belli.

Assemblaggio dell'annata 2018: 78% Cabernet Sauvignon, 22% Merlot.

La veste è di un colore viola intenso, con eleganti riflessi rubino.

Il naso è per così dire ipnotico, offrendo note di frutti rossi e neri, viola e liquirizia, sottolineate da tartufo e cedro del Libano.

L'attacco è ampio e sereno, e lascia spazio a un corpo cremoso che si evolve su un palato medio aromatico molto bello, segnato da frutta nera in confettura e cacao. Trasportato da tannini fini e strutturati, si evolve con freschezza e densità. Il finale è potente, lungo e finemente pepato, prevedendo un buon invecchiamento per questa grande annata di Pichon Baron.

Abbinamento cibo-vino:

Lo Château Pichon Baron 2018 si abbina perfettamente a un rack di agnello in crosta di erbe, a una sella di cervo arrosto, a un capretto di manzo con senape di porcini e tè affumicato o a una quaglia arrosto con funghi.

Per l'abbinamento con i formaggi, scegliete formaggi pressati non cotti: Edam, Gouda, Saint-Nectaire, Morbier, Tomme de Savoie o Salers.

Per il dessert, l'abbinamento sarà molto goloso con un dessert di pere e cioccolato, una tartelletta al cioccolato Grand Cru o una torta Opera.

Potenziale di invecchiamento e degustazione:

Château Pichon Baron 2018 è un grandissimo vino di Pauillac costruito per l'invecchiamento. Merita diversi anni in cantina per affinare il suo potenziale e raggiungerà il suo apice tra il 2035 e il 2040.

Tuttavia, può essere bevuto anche adesso. A tal fine, si consiglia di riporre la bottiglia la sera prima nel locale di servizio a una temperatura compresa tra 15 e 18°C. Aprire e decantare idealmente 5-6 ore prima della degustazione.

Le bottiglie vanno conservate in cantina, al riparo dalla luce, in posizione coricata, a un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...