Chat with us, powered by LiveChat

Château Rieussec 2010

Bordeaux - Sauternes - 1er Cru Classé - Château Rieussec

1a crescita classificata di Sauternes nel 1855.

67,27 $
Bottiglia da 0,75 l
Non disponibile
Avvisami quando disponibile

Spedizione gratuita a partire da 1000€ IVA esclusa (USA e Europa) e ordine preparato entro 24 ore.

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Semillon 92%
Sauvignon blanc 5%
Muscadelle 3%
Château Rieussec

Château Rieussec

Custodisce con orgoglio l'ingresso della denominazione Sauternes, Château Rieussec gode di prestigio in più modi. Le sue origini risalgono al XVIII secolo, quando apparteneva ai monaci carmelitani di Langon, e fu venduto come proprietà nazionale durante la Rivoluzione francese.

Lo Château Rieussec è stato consacrato Premier Grand Cru Classé durante la classificazione dei vini di Bordeaux ufficializzata nel 1855 per l'Esposizione Universale di Parigi.

È stato nel 1984 che è stato acquisito dai Domaines Baron de Rothschild. Quando si tratta di innovazione, ricerca dell'eccellenza e della precisione in cantina e in vigna, e rispetto per l'ambiente, nulla è mai stato lasciato al caso per far brillare il Domaine e i suoi vini.

Lo Château Rieussec si basa su 85 ettari di vigne piantate su terreni ghiaiosi sabbiosi-argillosi di altissima qualità. I vitigni sono 81% Semillon, 17% Sauvignon Blanc e 2% Muscadelle. I vini vengono affinati per 18-26 mesi in botti di rovere francese, di cui l'80-100% nuove.

La tenuta produce anche un secondo vino, il Carmes de RieusSec.

Lo Château Rieussec offre un'espressione unica del vigneto Sauternes, grazie alla sua espressione aromatica floreale e di frutti a polpa gialla e bianca, all'eleganza, alla freschezza e alla longevità.

Note di critica professionale Château Rieussec 2010.

Robert Parker
90/100
James Suckling
96/100
Wine Spectator
94/100
Jancis Robinson
16/20

Descrizione Château Rieussec 2010

Il 2010 è stata una grande annata per i vigneti di Sauternes. I mesi di luglio, agosto e settembre sono stati molto secchi, con temperature diurne gradevoli e notti fresche, uno scenario ideale per la maturazione lenta e completa delle uve. Lo sviluppo della muffa nobile è avvenuto al momento giusto, non appena le uve erano mature, cioè sufficientemente dolci ma ancora acide e potenzialmente fruttate. Si sono alternate piccole piogge favorevoli all'insediamento del fungo e periodi più secchi che hanno concentrato gli acini. Questo elemento è stato determinante per il successo dell'annata.

Assemblaggio dell'annata 2010 : 92% Sémillon, 5% Sauvignon blanc, 3% Muscadelle

Il colore è un bel giallo dorato, molto sostenuto e brillante.

Al naso offre generose note di frutta gialla tostata, spezie esotiche, fiori e legno vanigliato.

L'attacco è grasso e complesso, rivelando un vino di superba freschezza e sostenuto da una bella acidità. Rivela sapori di frutta candita e albicocca tostata, oltre a cannella e chiodi di garofano. Il finale è lungo, con una dolcezza equilibrata e persistente.

Abbinamento cibo-vino:

Lo Château Rieussec 2010 può essere abbinato sia a piatti di pesce che di carne. Prendetevi il tempo di gustarlo con anatra all'arancia, maiale marinato con spezie o pollo con crema e spugnole. Per il pesce, sarà perfetto su una rana pescatrice croccante con salsa agrodolce, un'aragosta con salsa di mango o capesante in terrina.

Si sposa molto bene con i formaggi erborinati, come il blu d'Alvernia, il blu di Bresse, la Fourme d'Ambert o il Roquefort.

Come dessert, può essere un ottimo abbinamento per una torta meringata al limone, una crème brûlée o qualsiasi tipo di dessert speziato come il budino di riso alla curcuma o un moelleux al cioccolato fondente e zenzero.

Potenziale di conservazione e degustazione:

Lo Château Rieussec 2010 ha un ottimo potenziale di invecchiamento, poiché i grandi Sauternes possono invecchiare abilmente per decenni. Il suo apice sarà raggiunto tra il 2030 e il 2035, e anche oltre.

Tuttavia, si presta meravigliosamente a essere degustato adesso. A tal fine, la sera prima è bene riporre la bottiglia a temperatura ambiente nella sala di servizio. Aprirla almeno 5-6 ore prima della degustazione.

Le bottiglie saranno conservate in cantina al riparo dalla luce, coricate, a un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...