Chat with us, powered by LiveChat
Biodinamica

Château Pontet-Canet 2019

Bordeaux - Pauillac - 5ème Grand Cru Classé - Château Pontet-Canet

5° Grand Cru Classé nel 1855

146,10 $

Format et conditionnement

In magazzino

Spedizione gratuita a partire da 1000€ IVA esclusa (USA e Europa) e ordine preparato entro 24 ore.

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 65%
Merlot 30%
Cabernet Franc 3%
Petit Verdot 2%
Château Pontet-Canet

Château Pontet-Canet

Appoggiato sulle alture della denominazione Pauillac, Château Pontet-Canet è uno dei cru più essenziali del Médoc. Il suo fondatore, Jean-François de Pontet, scudiero del re e governatore del Médoc, lo acquistò nel 1725 e pochi anni dopo i suoi eredi comprarono i terreni vicini di Canet: nacque così Château Pontet-Canet

Il Domaine ottenne il titolo di Cinquième Grand Cru Classé nella classificazione dei vini del 1855 ufficializzata per l'Esposizione Universale di Parigi. Un decennio dopo, fu acquistato da Herman Cruse, un commerciante bordolese di origine danese, e fu sottoposto a una completa ristrutturazione.

Fino a quando Guy Tesseron, che già possedeva Château Lafon-Rochet a Saint-Estèphe, lo acquistò nel 1975, il Domaine cominciò a brillare di nuovo. Il figlio Alfred rivelerà il potenziale straordinario del suo terroir a partire dal 1994, convertendo il Domaine in particolare all'agricoltura biodinamica, grazie al sostegno del suo amministratore e uomo di fiducia Jean-Michel Comme.

Oggi è la figlia Justine Tesseron a continuare il suo lavoro, facendo brillare Pontet-Canet sulla scena enologica.

Oggi Château Pontet-Canet regna su un vigneto di 81 ettari, interamente gestito secondo i principi della biodinamica dalla vendemmia 2004. Questo fa del Domaine un precursore e un punto di riferimento nel mondo dei Grands Crus Classés di Bordeaux. È stato... Vedi altro...

Note di critica professionale Château Pontet-Canet 2019.

Robert Parker
93/100
James Suckling
99/100
Wine Spectator
94/100
Jancis Robinson
18/20
Vinous - A. Galloni
96/100

Descrizione Château Pontet-Canet 2019

La vendemmia 2019 è un'annata molto bella, molto soleggiata, segnata da un inizio d'anno relativamente mite. Dopo la fioritura delle viti a maggio, l'estate ha visto due ondate di calore, controbilanciate da qualche gradita pioggia all'inizio di agosto. La vendemmia nella tenuta è stata molto promettente, con bacche generosamente croccanti.

Assemblaggio dell'annata 2019: 65% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot, 3% Cabernet Franc, 2% Petit Verdot.

La veste è di un bel colore rosso intenso, con riflessi violacei.

Si apre con un naso molto bello di frutti rossi e neri, arricchito da una nota di cedro libanese, Zan e grafite.

Morbido all'attacco, colpisce in bocca per la persistenza dei suoi aromi di piccoli frutti rossi, ribes nero e pepe, oltre che per la sua bella flessibilità. I tannini sono setosi e lo accompagnano fino a un finale lungo e fresco.

Abbinamento cibo-vino:

Lo Chateau Pontet-Canet 2019 si abbina molto bene a un filetto mignon al porto, a un cinghiale arrosto marinato al vino rosso, a un trancio di cervo al tartufo o a un manzo Angus con salsa di funghi porcini e finferli.

Per l'abbinamento con i formaggi, preferire quelli pressati e non cotti: cantal, mimolette vecchia, morbier, saint-nectaire e tomme de Savoie. Può essere gustato anche con Brie de Meaux, Gouda o Salers.

Come dessert, sarà particolarmente delizioso con una foresta nera, un dessert al pistacchio e cioccolato o un formaggio russo.

Potenziale di conservazione e degustazione:

Chateau Pontet-Canet 2019 è un grande vino di Pauillac che offre un bellissimo potenziale di invecchiamento. Il suo picco sarà tra il 2035 e il 2040.

Tuttavia, può essere meravigliosamente apprezzato oggi. A tal fine, assicurarsi di collocare la bottiglia nella sala di servizio a una temperatura ambiente compresa tra 15 e 18°C, aprirla e decantarla idealmente da 5 a 6 ore prima della degustazione.

Le bottiglie saranno conservate in cantina al riparo dalla luce, coricate, a un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...