Chat with us, powered by LiveChat
FiD's+14%

Clos Fourtet 1998

Bordeaux - Saint-Émilion - 1er Grand Cru Classé B - Clos Fourtet

1° Grand Cru Classé B

180,19 $
Bottiglia da 0,75 l
Non disponibile
Avvisami quando disponibile
Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Clos Fourtet

Clos Fourtet

Questa è una delle tenute più modeste di Saint-Emilion, situata all'ingresso del villaggio, ma i cui vini sono tra i più distinti. Si tratta di un antico fortino o "camp fortet" che sorvegliava la città medievale in tempo di pace e la difendeva in tempo di guerra.

Il vigneto singolo, situato sulle pendici occidentali più alte di Saint-Emilion, è circondato da muretti, da cui ha preso il nome attuale. 

Appartiene alla famiglia Cuvelier dal 2001, con Philippe e suo figlio Matthieu alla costante ricerca di eccellenza e purezza. In particolare, hanno scelto di gestire il vigneto con trattamenti biologici e biodinamici.

Il Clos Fourtet è stato nominato Premier Grand Cru Classé non appena è stata creata la classificazione di Saint-Emilion nel 1955. Il Clos Fourtet regna su un vigneto di 18,5 ettari, piantato su un altopiano argilloso-calcareo, i cui vitigni sono 85% Merlot, 10% Cabernet Sauvignon e 10% Cabernet franc. I vini vengono affinati per 15-18 mesi in botti di rovere francese, di cui il 60% nuove.

La tenuta produce un secondo vino, Closerie de Fourtet. 

Le Clos Fourtet offre vini di squisita complessità e inimitabile freschezza grazie al suo grande terroir. Offrendo tannini delicati, meritano di aspettare qualche anno per affinarsi.

Note di critica professionale Clos Fourtet 1998.

Wine Advocate - Robert Parker
93/100
Wine Spectator
93/100

Descrizione Clos Fourtet 1998

Questo è un Saint Emilion Grand Cru Classé B, nato in una bella annata con la quale il Maestro di cantina ha saputo comporre una grande annata.

Il colore è viola con sfumature di peonia.

Il primo attacco: piccoli frutti neri come il mirtillo, il ribes nero o la mora selvatica seguiti da note di liquirizia e tabacco della Virginia con una scorza di grafite appena percettibile.

La seconda ondata di aromi e sapori è più cuoio e prugne candite di Ente o Reine-Claude con un bel tocco di viola. Uno molto grande.

Un vino con un potenziale di invecchiamento fino al 2030 circa, ma anche da gustare ora. Le bottiglie saranno tenute sdraiate, lontano dalla luce e dal rumore, con un grado igrometrico ottimale di circa il 70%.

Da decantare circa quattro ore prima della degustazione a temperatura ambiente (camera)

Caricamento ...