Chat with us, powered by LiveChat

Bordeaux Primeurs 2022

Notevole, grandiosa, inaudita, mitica e persino stratosferica, sono molti gli aggettivi che possono qualificare questa annata 2022 a Bordeaux. Si presumeva che fosse grandiosa ma, in realtà, soddisfa tutte le condizioni per essere un'annata eccezionale! Vedi altro ...

Prezzo
Marca
Appellation
Colore
Classifica
Terroir
Selezione Paolo Bara

Selezione Paolo Bara

Château Lynch-Bages

Château Lynch-Bages

Il savoir-faire di un Bordeaux Grand Cru Classé.

Un'annata 2022 "notevole, grandiosa, senza precedenti".

Cognac Fanny Fougerat

Cognac Fanny Fougerat

Bordeaux Primeurs 2022

Primeurs 2022 ai Premiers Grands Crus!

Presentazione dell'annata 2022 a Bordeaux

Sbalorditiva, grandiosa, inaudita, mitica e persino stratosferica, sono molti gli aggettivi che possono descrivere questa annata 2022 a Bordeaux. Doveva essere grandiosa ma, in realtà, soddisfa tutte le condizioni per essere un'annata eccezionale.

Con il suo particolare clima, la 2022 offre un risultato sorprendente. Ci aspettavamo di assaggiare vini solari, con note di frutta matura, marmellatosi e caldi in bocca ma, non è così! Le viti hanno dimostrato una grande resistenza producendo piccoli acini concentrati, ricchi di tannini e di sostanze coloranti (antociani) ma con un'acidità notevolmente bassa. Il risultato sono vini potenti e densi, ma con un equilibrio sorprendente grazie all'incredibile freschezza.

La vite ha dimostrato un'enorme adattabilità nel produrre uve di splendido equilibrio. Sebbene siano ancora nelle prime fasi di maturazione, i vini appaiono già eccezionali e suggeriscono un grande potenziale di invecchiamento grazie alla loro freschezza. Tuttavia, le condizioni climatiche avranno avuto la meglio sulle dimensioni degli acini, creando Rarità su questa grandissima annata.

Condizioni climatiche:

La primavera, al di sopra delle medie stagionali, ha permesso una fioritura nonché un'allegagione precoce e perfetta1. Le poche piogge temporalesche di metà maggio e fine giugno, costituendo piccole riserve idriche, hanno probabilmente giocato un ruolo importante per l'ulteriore sviluppo. A ciò ha fatto seguito un'estate calda e Sec che ha permesso un vincolo idrico sufficiente a fermare la crescita vegetativa della vite e a provocare l'invaiatura² degli acini in modo omogeneo. Agosto e settembre, climaticamente identici ai mesi precedenti, hanno favorito una maturazione ottimale degli acini e dei vinaccioli.La vendemmia, avvenuta anch'essa sotto un grande sole, ha permesso di raccogliere uve molto sane, mature ma con acini piccoli, conseguenza del forte vincolo idrico.

1 Invaiatura: la fase che segue la fecondazione del fiore, quando l'ovario si trasforma in un frutto (acino d'uva).

2 Veraison: la fase di maturazione durante la quale gli acini cambiano colore, si concentrano in zuccheri e perdono parte della loro acidità.

I vitigni:

I merlot sono molto affascinanti quest'anno. Rotondi e generosi, apportano note fruttate intense e golose. Anche i Cabernet Franc hanno avuto molto successo. Luminosi, apportano complessità e una bella freschezza agli assemblaggi. I Cabernet Sauvignon si sono sviluppati in condizioni ideali. Il caldo di fine estate ha permesso la maturazione dei vinaccioli e la degradazione degli aromi vegetali caratteristici della sotto-maturazione. I vini che ne derivano hanno una struttura tannica potente senza essere aggressivi.

Le denominazioni:

Ancora una volta, i viticoltori di Bordeaux sono riusciti a dimostrarci che, nonostante le condizioni climatiche estreme, è possibile produrre grandi vini su terroir di qualità. Che si tratti di Rive gauche o Rive droite, possiamo senza dubbio affermare che l'annata 2022 è un successo.

A Rive gauche, luogo di predilezione per il Cabernet, i vini possiedono un'aromaticità molto ricca. I frutti neri e le spezie dominano, conferendo eleganza all'assemblaggio. L'estate molto calda ha favorito la maturazione del Cabernet Sauvignon. Al palato, i vini hanno molta linearità e potenza. Il finale è fresco con una bella struttura tannica, segno di un grande potenziale di invecchiamento. 

Rive droite, la terra del Merlot, i vini sono nel complesso molto aromatici. Sono presenti note di frutti rossi freschi ma anche di fiori. All'assaggio, i vini appaiono pieni di rotondità. I tannini sono vellutati e avvolgenti. C'è densità e sempre un finale fresco che controbilancia il calore dolce apportato dai gradi alcolici relativamente elevati. Insomma, vini che possono essere bevuti subito ma che evolveranno perfettamente con il tempo.

I nostri vini preferiti:

Marie, la nostra giovane enologa che ha assaggiato tutti i vini nelle ultime settimane, vi dà questi vini preferiti: 

Château Canon: Si rivela a noi con un elegante colore viola intenso. Il naso è complesso e di incredibile finezza. Appaiono note floreali e poi si aggiungono frutti rossi freschi e golosi. In bocca, il vino è denso e setoso, perfettamente equilibrato tra rotondità e freschezza, caratteristica dell'altopiano calcareo. I tannini, rivestiti, ci portano a un magnifico finale con aroma di ciliegia.

JS: 98-99 / WA: 99-100

Château Pichon Baron: Adornato da un brillante colore scuro e intenso, questo vino si apre con un primo naso potente con profumi di mora e ciliegia bigarreau. È splendido! Poi arriva la complessità con note più fresche di fiori. In bocca, l'attacco è diretto e molto preciso, i tannini sono fini e vellutati. Il finale indugia a lungo su note di frutta nera.

JS: 96-97 / WA: 95-97

Château Branaire Ducru: Rivelando un seducente involucro di un rosso intenso, questo vino non tarda a rivelare un naso pieno di avidità. Fragola, lampone e un po' di amile si mescolano in modo sottile. Anche la bocca non è a riposo. Carnosa e polposa, continua a regalarci questa golosità degna di una vera caramella. Tannini setosi e cesellati aggiungono struttura a questo già incredibile equilibrio.

JS: 96-97 / WA: 95-97

Château Pavie: Adornato da un sontuoso colore granato, questo vino si presenta al naso ricco e potente. Il bouquet prende gradualmente forma con note fruttate di mora e ribes nero poi, speziate con chiodi di garofano. In bocca è una delizia. L'attacco, morbido e denso, lascia rapidamente il posto a un palato medio voluminoso. La struttura tannica gessosa e la persistenza aromatica rendono questo vino ancora più eccezionale.

JS: 95-96

Caricamento ...