Chat with us, powered by LiveChat

Château d'Armailhac 2010

Bordeaux - Pauillac - 5ème Grand Cru Classé - Château d'Armailhac

5ème Grand Cru Classé en 1855.

88,02 $
Bottiglia da 0,75 l
Non disponibile
Avvisami quando disponibile

Spedizione gratuita a partire da 1000€ IVA esclusa (USA e Europa) e ordine preparato entro 24 ore.

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 60%
Cabernet Franc 15%
Petit Verdot 2%
Merlot 23
Château d'Armailhac

Château d'Armailhac

E' stato acquistato dal Barone Philippe de Rothschild nel 1933, che lo chiamò "Mouton-Baron-Philippe". Poi, nel 1975, quando la figlia Baronessa Philippine ne assunse la gestione, divenne "Mouton-Baronne-Philippe". Infine, la baronessa decise di ripristinarne l'identità denominandola definitivamente Château d'Armailhac nel 1991.

Situato su terreni ghiaiosi e argillo-calcarei, il suo vigneto si estende per 76 ettari, di cui il 55% è costituito da Cabernet Sauvignon, il 35% da Merlot, l'8% da Cabernet Franc e il 2% da Petit Verdot. I vini vengono affinati per 18 mesi in botti di rovere francese, di cui il 50% nuove.

Lo Château d'Armailhac è un vino che combina potenza e raffinatezza, complessità ed eleganza, con una bella espressione aromatica tipica dello Pauillac.

Note di critica professionale Château d'Armailhac 2010.

Robert Parker
92/100
James Suckling
93/100
Wine Spectator
93/100
Jancis Robinson
16.5/20
Jean-Marc Quarin
90/100

Descrizione Château d'Armailhac 2010

L'annata 2010 è senza dubbio una bellissima annata vinicola a Bordeaux, secca, molto soleggiata e senza temperature roventi durante il periodo estivo. La fine di agosto e il mese di settembre sono stati caratterizzati dall'alternanza di giornate calde e notti fresche, favorevoli a una buona maturazione delle uve. Tutte queste condizioni hanno reso l'annata notevole.

Assemblaggio dell'annata 2010: 60% Cabernet Sauvignon, 23% Merlot, 15% Cabernet Franc, 2% Petit Verdot.

Il colore è scuro e profondo, con eleganti riflessi piastrati.

Al naso offre una bella purezza di frutto, con note di mora, ribes nero e amarena, completate da cardamomo, caffè e un finale di legno fuso.

L'attacco è voluminoso e rivela un corpo carnoso e concentrato. I tannini sono rivestiti, facendo salire il vino in potenza aromatica con sapori di frutta matura, vaniglia e pane tostato. La densità non si esaurisce mai e il vino si scioglie in un finale lungo, persistente e impetuoso. Una grande annata di Armailhac splendidamente evoluto.

Abbinamento cibo-vino:

Lo Château d'Armailhac 2010 si abbina perfettamente a un tournedos di manzo alla bordolese, a piccola selvaggina come una lepre in salmì, a un cosciotto di agnello al rosmarino e all'aglio, a un'oca arrosto o anche a un salmì di piccione.

Per un accordo con i formaggi, privilegiare quelli a pasta pressata e non cotta: cantal, mimolette vecchia, morbier, saint-nectaire e tomme di Savoia. Si può gustare anche con il Brie de Meaux, il Gouda o il Salers.

Come dessert, si può concludere con un mi-cuit al cioccolato fondente, una torta Opera o un russo.

Potenziale di conservazione e degustazione:

Lo Château d'Armailhac 2010 può attendere ancora diversi anni in cantina, raggiungendo il suo apice tra il 2035 e il 2040.

Tuttavia, si presta meravigliosamente a essere degustato oggi. A tal fine, è necessario posizionare la bottiglia nella sala di servizio a una temperatura ambiente compresa tra 15 e 18°C, aprirla e decantarla idealmente da 6 a 7 ore prima della degustazione.

Le bottiglie saranno conservate in cantina al riparo dalla luce, coricate, a un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...