Chat with us, powered by LiveChat

Château Smith Haut Lafitte 2012

Bordeaux - Pessac-Léognan - Cru Classé de Graves - Château Smith Haut Lafitte

Grand Cru Classé de Graves nel 1959

96,04 $
Bottiglia da 0,75 l
In magazzino

Consegna gratuita da 300€ in Europa e da 1000 €/$ in USA

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 55%
Merlot 40%
Cabernet Franc 4%
Petit Verdot 1%
Château Smith Haut Lafitte

Château Smith Haut Lafitte

Le Château Smith Haut Lafitte è uno dei nomi imperdibili della denominazione Pessac-Léognan, soprannominata "la più Graves delle Graves" per la natura atipica del suo terroir. Il Domaine fu fondato nel 1365 e fu poi chiamato Haut Lafitte per la sua posizione geografica.

Quando Georges Smith, un mercante di origine scozzese, lo acquistò nel XVIII secolo, vi aggiunse il suo nome e costruì la certosa che conosciamo oggi.

Grand Cru Classé in rosso nella classificazione delle Graves, lo Château è di proprietà dal 1990 di Daniel e Florence Cathiard, che da diversi anni sono impegnati in un approccio di bio-precisione che combina innovazione e tecniche tradizionali sia in vigna che in cantina. I vini sono prodotti biologicamente senza apporti chimici, arricchiti da metodi biodinamici che contribuiscono all'espressione del terroir. 

Lo Château Smith Haut Lafitte si basa su un vigneto di 78 ettari piantato su un'eccezionale collina di ghiaia dei Pirenei.I vitigni rossi sono 65% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot, 4% Cabernet Franc e 1% Petit Verdot. Il Grand Vin viene invecchiato per 18 mesi in botti di rovere francese, di cui dal 30% al 60% nuove. Il Petit Haut Lafitte è il secondo vino rosso.

 - I vitigni bianchi sono 90% Sauvignon blanc, 5% Sauvignon gris e 5% Sémillon. Il grand vin blanc viene invecchiato per 12-15 mesi... Vedi altro...

Note di critica professionale Château Smith Haut Lafitte 2012.

Wine Advocate - Robert Parker
95/100
Wine Spectator
94/100
Jancis Robinson
16.5/20
Jean-Marc Quarin
92/100

Descrizione Château Smith Haut Lafitte 2012

L'annata 2012 è stata caratterizzata principalmente da un'estate calda e molto secca, che ha fatto seguito a una primavera fresca e molto umida. A partire dal mese di agosto le condizioni climatiche si sono stabilizzate e hanno permesso alle uve di seguire un buon processo di maturazione. La vendemmia, condotta in modo sereno, è molto selettiva in modo da conservare solo le uve più qualitative.

Assemblaggio dell'annata 2012: 55% Cabernet Sauvignon, 40% Merlot, 4% Cabernet Franc, 1% Petit Verdot.

La veste è di un colore porpora intenso, molto elegante e ornato da riflessi simili a piastrelle.

Al naso è elegante e molto fragrante, con note di frutti neri, ribes e mora, tartufo, legno tostato e pepe di Sichuan.

L'ingresso in bocca è elegante, il vino si evolve su una trama soave, carnosa e deliziosamente fruttata, con sapori di amarena e prugna. In aumento di potenza e sostenuto da tannini fini ed eleganti, mostra molta freschezza e un bel palato medio prima di terminare con un lungo finale raffinato.

Abbinamento cibo-vino:

Lo Château Smith Haut-Lafitte 2012 si abbina perfettamente al cosciotto di agnello all'aglio e rosmarino, al cinghiale arrosto marinato al vino, al manzo Angus con salsa al porcino del Périgord, alla tagliata di cervo con porcini o al coniglio alla cacciatora con senape.

Per l'abbinamento con i formaggi, scegliere formaggi pressati e non cotti: cantal, mimolette vecchia, morbier, saint-nectaire e tomme de Savoie. Può essere gustato anche con Brie de Meaux, Gouda o Salers.

Si abbina a diversi dessert, come una charlotte di pere e cioccolato, una croccante torta al caffè o una foresta nera.

Potenziale di conservazione e degustazione:

Lo Château Smith Haut-Lafitte 2012 meriterebbe di attendere in cantina per altri 5-6 anni, raggiungendo il suo apice tra il 2028 e il 2030.

Tuttavia, è pronto per essere gustato ora, se adeguatamente preparato. A tal fine, la sera prima è bene riporre la bottiglia nel locale di servizio a temperatura ambiente. Aprire la bottiglia e travasarla almeno 3 o 4 ore prima della degustazione.

Le bottiglie saranno conservate in cantina al riparo dalla luce, coricate, a un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...