Chat with us, powered by LiveChat

Domaine de Chevalier Rouge 2010 Double Magnum

Bordeaux - Pessac-Léognan - Cru Classé de Graves - Domaine de Chevalier

Grand Cru Classé di Pessac-Léognan.

497,43 $
Doppio Magnum 3L in cassa di legno
In magazzino

Spedizione gratuita a partire da 1000€ IVA esclusa (USA e Europa) e ordine preparato entro 24 ore.

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Imballaggio sicuro e assicurazione sul trasporto

Pagamento sicuro al 100%
Pagamento sicuro al 100%
Conservato in cantina climatizzata
Conservato in cantina climatizzata
Caratteristiche
Varietà d'uva
Cabernet Sauvignon 65%
Merlot 30%
Petit Verdot 5
Domaine de Chevalier

Domaine de Chevalier

Il Domaine de Chevalier è un grande nome che viene inevitabilmente in mente quando si pensa ai vini di Pessac-Léognan. Le sue origini risalgono a diversi secoli fa, e un tempo era conosciuto come "Chibaley", dal suo nome guascone, secondo i documenti ufficiali del 1783

Questi ultimi citavano anche un vicino sentiero che portava a Santiago de Compostela. La nozione di Domaine è stata volutamente mantenuta dai pochi proprietari che si sono succeduti, distinguendola quando la menzione di "Château" ha cominciato a comparire gradualmente nel vigneto.

Grand Cru Classé in rosso e in bianco nella classificazione delle Graves del 1953, la proprietà appartiene alla famiglia Bernard, importanti commercianti di Bordeaux, dal 1983. Olivier Bernard e suo figlio Adrien la gestiscono, sempre alla ricerca della perfezione. 

Domaine de Chevalier si basa su un vigneto di 45 ettari piantato su ghiaia con sottosuoli argillo-ghiaiosi.

- I vitigni a bacca rossa (40 ettari) sono 63% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot, 5% Petit Verdot e 2% Cabernet franc. Il Grand Vin viene affinato per 18 mesi in botti di rovere francese, di cui il 35% nuove. L'Esprit de Chevalier è il Secondo vin rouge. 

- Le varietà di uve bianche (5 ha) sono 70% Sauvignon blanc e 30% Sémillon. Il grand vin blanc viene affinato per 18... Vedi altro...

Note di critica professionale Domaine de Chevalier Rouge 2010 Double Magnum.

Robert Parker
95/100
James Suckling
96/100
Wine Spectator
93/100
Jancis Robinson
17/20
Jean-Marc Quarin
94/100

Descrizione Domaine de Chevalier Rouge 2010 Double Magnum

2010, che grande annata per il vigneto di Bordeaux. Un'annata calda e secca che ha offerto alla vite le condizioni migliori per concentrare tutti gli elementi più qualitativi degli acini: una bella ricchezza di zuccheri, un accumulo di antociani e un grande potenziale aromatico. Questo grazie ai mesi soleggiati di giugno e luglio, a un agosto secco che ha permesso di avviare bene la maturazione e a un'alternanza di giornate calde e notti fresche in settembre che ha permesso di perfezionarla.

Assemblaggio dell'annata 2010: 65% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot, 5% Petit Verdot.

Il colore è ancora un bel rosso scuro intenso con discreti ma eleganti riflessi rubino.

Al naso offre potenti ma deliziosi aromi di frutti neri maturi, ribes nero e mirtillo, liquirizia, mentolo e una dimensione floreale di eucalipto. Poi lascia spazio a spezie pepate e a un tocco di tabacco biondo.

L'attacco è elegante, il vino mostra un'esposizione gustativa di grande complessità, con sapori di cacao, cuoio e frutti neri. I tannini sono cesellati ed espressivi, riflettendo la bella maturità dell'annata. Il finale è lungo, sostenuto da una bella acidità e molto persistente, firmando un Pessac-Léognan di grande classe.

Abbinamento cibo-vino:

Il Domaine de Chevalier 2010 si abbina magnificamente a una costata di manzo stagionata cotta su tralci di vite, a un manzo Angus con salsa di porcini e finferli, a un'oca arrosto, a un petto d'anatra o a una bistecca di cervo tartufata.

Per quanto riguarda l'abbinamento con i formaggi, si può gustare con Edam, Gouda, Saint-Nectaire o Salers.

Può essere abbinato a tutti i tipi di dessert al cioccolato: un'opera alla nocciola, una foresta nera o una crostata al cioccolato e lamponi.

Potenziale di invecchiamento e degustazione:

Il Domaine de Chevalier 2010 in doppia magnum può attendere altri 20 anni in cantina prima di essere gustato; il suo picco sarà tra il 2045 e il 2050 grazie alla grande capacità della bottiglia che conferisce al vino un maggiore potenziale di invecchiamento.

Tuttavia, può benissimo essere gustato adesso, mettendo la bottiglia in camera la sera prima in modo che si acclimati alla temperatura ambiente e aprendola. In caso contrario, l'ideale sarebbe aprirla 6-7 ore prima della degustazione.

Le bottiglie saranno conservate in cantina al riparo dalla luce, coricate, con un grado igrometrico ottimale del 70%.

Caricamento ...